Veneto, Istria e Dalmazia

NTERVENTI PER IL RECUPERO, LA CONSERVAZIONE E LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE DI ORIGINE VENETA NELL'ISTRIA E NELLA DALMAZIASoprattutto in occasione del Giorno del Ricordo, ho ricevuto diverse richieste relative alla legge veneta 15/94 (permettetemi di ricordare con un certo orgoglio che in Istria e in Dalmazia viene ancora conosciuta come “Legge Beggiato”) che quest’anno compie venti anni… Legge regionale 7 aprile 1994, n. 15 (BUR n. 30/1994)INTERVENTI PER IL RECUPERO, LA CONSERVAZIONE E LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE DI ORIGINE VENETA NELL'ISTRIA E NELLA DALMAZIAArt. 1 - Finalità.1. La Regione, allo scopo di favorire nuovi e più stretti rapporti di cooperazione tra i popoli, riconosce, nella conoscenza, nella salvaguardia e nella valorizzazione del patrimonio storico e culturale di origine veneta presente nell'Istria e nella Dalmazia, uno strumento per l'affermazione dei valori di amicizia e di coesistenza pacifica, da sempre condivisi dalle popolazioni del Veneto, dell'Istria e della Dalmazia.2. A tal fine, la Regione promuove e realizza le iniziative di cui alla presente legge, direttamente o mediante il concorso di enti locali, di istituzioni pubbliche e private, nonchè di organismi associativi di volontariato.Art. 2 - Iniziative culturali, di ricerca e di informazione.1. Per il perseguimento delle finalità di cui alla presente legge, la Regione:a) promuove indagini, studi e ricerche riguardanti:1) il patrimonio culturale di origine veneta presente nell'Istria e nella Dalmazia;2) la cultura istro-veneta e la cultura dalmata, considerate nella loro specificità e nelle loro manifestazioni più significative, in rapporto alla cultura italiana e veneta in particolare;3) la storia dell'Istria e della Dalmazia nel contesto della storia veneta ed europea;b) organizza un seminario annuale di studio sui temi di cui al presente articolo;c) promuove la pubblicazione e la diffusione degli studi e delle ricerche più significative, realizzate in attuazione delle iniziative di cui al presente articolo.Art. 3 - Iniziative nel campo della cooperazione.1. Nel rispetto delle finalità di cui alle leggi 26 febbraio 1987, n. 49 e 26 febbraio 1992, n. 212, d'intesa con la Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero degli affari esteri e in accordo con le competenti autorità slovene e croate, la Regione:a) promuove e sostiene l'attuazione di interventi intesi a favorire lo sviluppo di centri e di attività culturali e d'istruzione per le comunità di lingua italiana nelle Repubbliche di Slovenia e di Croazia, e il ripristino e la costruzione di scuole di ogni ordine e grado, con particolare riferimento a quelle materne, e la fornitura di arredi, attrezzature e sussidi didattici;b) favorisce e sostiene iniziative finalizzate alla identificazione, alla catalogazione, al recupero e alla valorizzazione dei beni culturali di origine veneta presenti nell'Istria e nella Dalmazia; c) cura e sostiene la pubblicazione e la diffusione di informazioni culturali, socio-economiche e relative al patrimonio ambientale per contribuire allo sviluppo della cooperazione tra il Veneto e le comunità interessate alle ini