lunedì 21/10/13 conferenza stampa sul plebiscito-truffa

PLEBISCITO 1866"Venezia Capitale" ha organizzato questa mattina una conferenza stampa per fare memoria delta controvversa vicenda del plebiscito 1866 che continua a generare polemiche.Sono intervenuti: Albert Gardin, Presidente del Governo Veneto, Gabriele Perucca, per l'organizzazione no profit "Venetian Freedom" ed Ettore Beggiato, autore del libro "1866: la grande truffa!".Albert Gardin ha sollevato la totale illegittimità del plebiscito perché non voluto dai Veneti ma imposto con prepotenza dalle cancellerie europee. Non fu nemmeno un questito ma la sottoscrizione pura e semplice di una dichiarazione a senso unico:"Dichiariamo la nostra unione al Regno monarchico d'Italia di Vittorio Emanuele e successori".L'iniziativa non partiva autonomamente dai cittadini veneti ma dal Regno d'Italia, non si trattò di un quesito ma della sottoscrizione di una dichiarazione, non era rivolto ai Veneti ma alla popolazione abitante le province passate dall'Austria ai Savoia.Quella dei Savoia fu dunque la continuazione di una dominazione forzata che iniziò con i francesi di Napoleone, rimpiazzati poi dagli austriaci. Il ricordo di oggi non è fine a se stesso ma espressione del fronte di resistenza veneto che vuole riaprire la "Questione veneta".Ettore Beggiato ha dichiarato: "Il 21 e 22 ottobre 1866 attraverso un plebiscito-truffa il Veneto fu annesso all'Italia. Una truffa colossale ai danni del popolo veneto: sono i documenti che denunciano tutto questo. E’ il caso di un dispaccio telegrafico che si trova all’archivio del Comune di Pordenone; nel dispaccio, datato 19 ottobre 1866 il generale  Revel, plenipotenziario dei Savoja nel Veneto, comunica  “Cessione della Venezia compiuta. La bandiera Reale Italiana sventola dalle antenne di piazza San Marco”.Alla fine della terza guerra d’indipendenza, che ha visto l’Italia sconfitta a Custoza e a Lissa,  un trattato internazionale (fra Austria e Prussia, 23 agosto a Praga) pre